Oltre i confini del male – Insidious 2

 

Oltre i confini del male – Insidious 2
Insidious: Chapter 2
USA: 2013
Genere: Horror
Durata: 102′
Regia: James Wan
Con: Rose Byrne, Patrick Wilson, Barbara Hershey, Lin Shaye, Angus Sampson, Leigh Whannell, Ty Simpkins, Steve Coulter, Danielle Bisutti.

 

Trama
La stregata famiglia dei Lambert cerca di scoprire il misterioso segreto d’infanzia che l’ha lasciata pericolosamente collegata al mondo degli spiriti.

Approfondimento
OLTRE I CONFINI DEL MALE – INSIDIOUS 2: IL SEGUITO DELLE DISAVVENTURE MALEFICHE DI INSIDIOUS
Seguito di Insidious, Oltre i confini del male – Insidious 2 è il frutto della collaborazione tra il regista James Wan, lo sceneggiatore Leigh Whannel e il produttore Jason Blum, responsabili di alcuni dei progetti horror e thriller più originali del Duemila: nel 2004 Wan e Whannell hanno ad esempio dato vita alla saga Saw e nel 2013 hanno collaborato per The Conjuring – L’evocazione mentre Blum ha invece prodotto titoli come Paranormal Activity, Sinister e The Grudge.
Nel 2011, Insidious si era contraddistinto per essere un horror a microbudget capace di incassare quanto un blockbuster. Tale successo ha spinto i tre a pensare un seguito alle avventure della lotta per la sopravvivenza della famiglia Lambert contro gli spiriti maligni che hanno deciso di distruggerne la vita. A ritornare in scena in Oltre i confini del male – Insidious 2 è l’intero cast del primo capitolo, impegnati nuovamente nei ruoli dei Lambert, che hanno lasciato la casa infestata per trasferirsi in una nuova abitazione per scoprire che il loro problema principale non è il luogo in cui vivono ma uno dei componenti della famiglia stessa.
Girato con un budget maggiore rispetto a quello di Insidious, Oltre i confini del male – Insidious 2 esplora anche diversi retroscena appartenenti alla storia passata dei Lambert e sfrutta due temi difficilmente usati nel cinema horror, la proiezione astrale (concetto secondo cui, mentre si dorme, lo spirito di un uomo esce dal corpo per vagare) e il viaggio nel tempo (che mostra eventi del primo capitolo ma con una prospettiva diversa), usati come escamotage per ritornare indietro di 25 anni e capire dove e come abbiano avuto origine gli spiriti che perseguitano la famiglia.

I PERSONAGGI PRINCIPALI
Oltre i confini del male – Insidious 2 ha al centro i Lambert, una famiglia che da più di una generazione combatte contro gli spiriti del male. A capo della famiglia vi è Josh Lambert, interpretato da Patrick Wilson, attore alla sua terza collaborazione con il regista James Wan. Il Josh di Oltre i confini del male – Insidious 2 è molto differente da quello visto in Insidious, dal momento che è quasi assente per via dello spirito che lo possiede. Tra lui e la moglie Renai il clima non è idilliaco e Renai sta cercando di capirne i motivi, osservando nel marito strani comportamenti. Ad interpretare Renai, sull’orlo di una crisi di nervi dopo quanto accaduto nel primo capitolo, è nuovamente l’attrice di origini australiane Rose Byrne. La nominata all’Oscar Barbara Hershey impersona invece Lorraine Lambert, madre di Josh e matriarca dell’intera famiglia che ha un ruolo attivo nella soluzione del mistero che tormenta i suoi cari. Lorraine, infatti, si unisce ai due cacciatori di fantasmi Specs e Tucker (interpretati rispettivamente dallo sceneggiatore Leigh Whannel e Angus Sampson) nell’esplorare il soprannaturale.
Nonostante sia morta alla fine di Insidious, l’ipnotista ed esperta di soprannaturale Elise Rainer torna in scena anche in Oltre i confini del male – Insidious 2 e a interpretarla è sempre l’attrice Lin Shaye. Il ruolo di Dalton Lambert, il più grande dei figli di Josh e Renai, è interpretato ancora una volta da Ty Simpkins, così come Andrew Astor torna a impersonare il ruolo di suo fratello Foster.
Oltre a quelli provenienti dal primo capitolo, Oltre i confini del male – Insidious 2 presenta una manciata di nuovi personaggi. Uno di questi è Carl Stanaway, un ex amico e collega di Elise che, seppur non ne sia felice, ha il dono di comunicare con i fantasmi e usa questa capacità per mettersi in contatto con la stessa Elise e aiutare Josh a difendersi dal demone che cerca di impossessarsi di lui. Per il ruolo, i realizzatori hanno scelto l’attore Steve Coulter. Altri due nuovi notevoli ingressi sono poi quelli di Parker Crane, un paziente in coma con un passato travagliato, e sua madre Michelle, una donna demoniaca che ha abusato orrendamente del figlio, interpretati rispettivamente da Tom Fitzpatrick e Danielle Bisutti.
Poiché una porzione importante del film si svolge nel 1986 per capire cosa accade a Josh, alcuni dei personaggi principali sono presentati in una versione ovviamente più “giovane”. In quelle sequenze, ad interpretare Josh è il tredicenne Garrett Ryan mentre la giovane Lorraine ha il volto di Jocelin Donahue, Elise di Lindsay Seim, Carl di Hank Harris e Parker di James Griffin.

SQUADRA CHE VINCE NON SI CAMBIA
Oltre allo stesso cast artistico di Insidious, Oltre i confini del male – Insidious 2 presenta anche lo stesso cast tecnico. A collaborare con il regista James Wan – per il loro quinto film insieme – è nuovamente il direttore della fotografia John Leonetti, autore dell’aspetto realistico e naturale delle immagini che prima del finale raggiungono tonalità fredde quasi da film in bianco e nero. Leonetti è anche il responsabile dell’aspetto visivo della regione oscura che nella storia viene chiamata “l’Altrove”.
A occuparsi della scenografia è invece Jennifer Spence, art director del primo capitolo che ha progettato la casa (l’abitazione di Lorraine) in cui i Lambert si trasferiscono. In stile vittoriano, la residenza è stata individuata nel quartiere di Highland Park, nella parte nord-est della città di Los Angeles. Dotata di carta da parati e porte rosse, la casa è stata poi riempita di vari oggetti d’antiquariato che la facessero risultare “vissuta” dai Lambert. I costumi sono infine opera di Kristin M. Burke, chiamata a realizzare sia gli abiti del presente della storia sia quelli del 1986, oltre ad alcuni costumi di personaggi vissuti tra il XIX e il XX secolo che sono diventati demoni una volta morti.
Tra i luoghi usati per le riprese, si evidenzia anche la scelta di James Wan di girare al Linda Vista Community Hospital, un nosocomio – inaugarato nel 1920 e chiuso nel 1991 – al centro di numerose leggende metropolitane che lo vogliono popolato realmente dai fantasmi.

Note
James Wan gioca con la sua filmografia e con lo sguardo dello spettatore come fossero i suoi balocchi da enfant prodige. E la cosa gli riesce piuttosto bene. Più che come sequel in senso classico, “Oltre i confini del male – Insidious 2” (più efficace il “capitolo 2” del titolo originale) si pone verso il primo “Insidious” come l’espansione per un gioco da tavola. Saccheggiando “Shining” (con citazioni quasi letterali) e “Psyco” con disinvoltura, questo seguito è una corsa a rotta di collo in un luna park terrificante (anche se meno del precedente film) e spassoso (molto di più).

 

LINK VIDEO STREAMING – Video disponibile senza abbonamento ma con pubblicità
PLAY VIDEO STREAMING